Decreto Liberalizzazioni: perche' lo sciopero dei taxi in Italia

Sciopero dei taxi oggi in Italia. Il Decreto Liberalizzazioni non ha deciso nulla di definito sul tema ma ha rimandato ad una Autorità dei Trasporti

23 Gennaio: oggi, sciopero dei taxi in tutta Italia per manifestare contro il Decreto Liberalizzazioni del Governo che viene pubblicato in giornata sulla Gazzetta Ufficiale. I tassisti, che già hanno bloccato le città negli scorsi giorni, tornano oggi in uno sciopero che avevano preannunciato settimane fa e che stanno puntualmente osservando. 

Il Decreto Liberalizzazioni ha fissato poche regole certe nel settore taxi, perchè ha rimandato alla costituzione di un' Autorità per il Trasporto che dovrà, ascoltando i sindaci delle città, decidere sul numero delle licenze caso per caso.

I tassisti dal canto loro si lamentano di questa mancanza di certezze e si lamentano del fatto che l'aumento delle licenze costituirebbe un aggravio della loro, già difficile, situazione economica. Le spese giornaliere stando alle dichiarazioni ascoltate in questi giorni dai guidatori di taxi ammontano ad una media di 60 euro al giorno (molto conta il prezzo del carburante che in Italia è davvero alto) contro un guadagno che non supera i 100 euro di media.

Insomma, anche oggi per i cittadini delle grandi città sarà una giornata da bollino nero. Lo sciopero dei taxi non aiuta certo lo scorrimento del traffico delle grandi città.

 

(red)

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER