Atac Roma in mano ai cinesi?

Cosa bolle nelle pentole dell’Atac? Forse un accordo per vender la società ad un’azienda cinese?

 

Bus Atac con occhi, pardon, fanali, a mandorla. Potrebbe essere questa la nuova prospettiva per risanare e migliorare, si spera, la mobilità di Roma: , l'azienda di trasporto pubblico romana, holding del Campidoglio, che da anni versa in dissesto finanziario, potrebbe essere venduta a partner cinesi. La notizia è stata rivelata dall’assessore alla Mobilità, Guido Improta, all'inaugurazione del servizio gratuito di navette elettriche “FreeRomaPass” adottato per il periodo delle festività natalizie dalla municipalizzata in accordo con il Gruppo Bollorè, la società francese che gestisce la mobilità elettrica a Parigi. 

 

L’idea che Atac passi in mani cinesi potrebbe sicuramente essere una soluzione per alleggerire le casse capitoline, ma attenzione per ora nulla è certo. Si parla, al momento, soltanto di un ‘interesse’ manifestato da un'azienda cinese ad entrare in partnership con Atac e di una trattativa avviata tra Campidoglio e i papabili acquirenti sull'acquisto di nuovi bus elettrico.

gc 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER