Allarme di Legambiente: trasporto ferroviario locale a rischio

Anche quest’anno e’ stato presentato il consueto dossier di Legambiente, rapporto ’Pendolaria’ 2010: tra disagi, affollamento e ritardi, il trasporto locale, in Italia, non gode di buona salute e la situazione, visti i tagli del governo, tende a precipitare. Nel 2011, infatti, verranno tagliati ben 154 treni a lunga percorrenza sui 600 attuali e, più nello specifico, alle reti di trasporto locale verranno a mancare 800 milioni di euro, ovvero il 40% delle risorse in meno rispetto al 2010: ciò si rifletterà negativamente sulle tariffe, che aumenteranno ovunque, dal 10% al 30%. Secondo Legambiente, la causa principale si trova a livello infrastrutturale: dal 2002 oltre il 70% delle risorse sono state destinate dal Governo a strade e autostrade, mentre solo il 13,7% e’ andato alle linee ferroviarie. Nell’ultimo anno, rileva il dossier, solo la Provincia Autonoma di Bolzano e’ riuscita ad investire più dell’1% per i pendolari. Per quanto riguarda le Regioni a Statuto ordinario, quella ad aver stanziato più risorse quest’anno e’ la Campania con lo 0,64% del proprio bilancio, grazie soprattutto ad uno stanziamento pari a 77 milioni di Euro: contro ogni pronostico, la rete campana e’ quella che fa segnare i numeri migliori e quella che ha accresciuto più di ogni altra (10%) la propria utenza.

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER