16 dicembre: e’ tax day per Tasi e Imu

Condividi questo articolo:

Oggi, 16 dicembre, ultima chiamata per pagare Tasi e Imu: si profila un vero e proprio ‘salasso’. Chi pagherà di più?

Non proprio una bella giornata per gli italiani: oggi siamo chiamati a pagare Tasi e Imu (quest’ultima solo per seconde case e immobili produttivi).

A pagare la Tasi saranno tutti i cittadini italiani: a questo appuntamento, infatti, non sfuggono nemmeno i contribuenti per i quali i Comuni non hanno scelto le aliquote ‘ad hoc’. Questi dovranno pagare quanto previsto dalle aliquote di riferimento fissate a livello nazionale. Per tutti gli altri, invece, la cifra è già concordata come secondo i calcoli effettuati per i precedenti pagamenti.

Per quanto riguarda l’Imu, invece, si profila un vero e proprio ‘salasso’ con un boom di aumenti che arrivano al 236% di rincaro per le seconde case affittate a canone concordato.

Le tasse peseranno, secondo la Cgia, soprattutto per gli immobili produttivi: il titolare di un albergo/pensione paga mediamente 11.855 euro, la proprietà che gestisce un supermercato 7.931 euro, una grande fabbrica 6.385 euro, mentre il titolare di un capannone deve versare attorno ai 4.000 euro. Sulle seconde case sfitte (prevalentemente abitazioni di villeggiatura) il carico fiscale costa mediamente 932 euro, quello delle abitazioni locate a canone libero 911 euro, mentre per le abitazioni locate a canone concordato 773 euro.

gc

Questo articolo è stato letto 2 volte.

chi paga di più imu, Imu, pagare Imu, pagare tasi, Tasi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net