Dipendenza dal web è spia di altri problemi

Dietro alla dipendenza dal web si nascondono depressione, ansia, impulsività, disattenzione e sindrome da iperattività e deficit d'attenzione

La cosiddetta "dipendenza da internet" è sintomo di un male ben più profondo. Non basta fermarsi ad essa, ma bisogna indagare nei disturbi mentali che possono coinvolgere una persona.

Lo spiega una nuova indagine illustrata da esperti della McMaster University (Canada) alla conferenza dell'European College of Neuropsychopharmacology di Vienna.

Dall'analisi del comportamento di un gruppo di 254 studenti universitari è emerso che ben 107 potevano essere definiti utilizzatori problematici della Rete. Fra di loro, gli psicologi hanno effettuato ulteriori indagini per rilevare depressione, ansia, impulsività, disattenzione e sindrome da iperattività e deficit d'attenzione.

"Abbiamo scoperto che coloro che sono risultati positivi allo Iat e alla nostra scala di valutazione sono significativamente più a rischio di avere uno qualsiasi di questi problemi mentali. Il nostro lavoro sarà ora quello di sapere che tipo di relazione c'è fra la dipendenza da internet e le psicosi: è la prima a provocare le seconde o viceversa?", si chiedono gli autori.

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER