A tutto sport!

Secondo uno studio, l'esercizio fisico fa star bene anche il nostro intestino

WhatsApp Share

Allenamenti fisici regolari fanno bene sotto tutti i punti di vista: migliorano la nostra linea e, spesso, la nostra pelle. Anche i batteri “buoni” che abitano nel nostro intestino traggono giovamento da uno stile di vita più sportivo ma in un modo che non potevamo immaginare... 

Secondo uno studio recente, infatti, portato avanti dai ricercatori dell'Università dell'Illinois Urbana-Champaign, l'esercizio fisico potrebbe influenzare la diversità del microbiota intestinale. Tuttavia, l'efficacia dell'allenamento dipende dal peso della persona.

I ricercatori hanno scoperto che la materia fecale dei partecipanti magri, dopo l'attività sportiva, conteneva quantità maggiori di acidi grassi a catena corta (SCFA). Gli SCFA, come il butirrato, sono prodotti da buoni batteri nel colon e gli acidi grassi servono come principale fonte di energia per l'intestino in generale.

Tuttavia, le escrezioni dei partecipanti obesi non mostravano questi miglioramenti metabolici. Inoltre, i benefici dell'esercizio fisico scomparivano una volta che i partecipanti smettevano di allenarsi regolarmente.

Queste scoperte hanno portato i ricercatori a supporre che l'esercizio fisico potrebbe aiutare a prevenire le malattie dell'intestino come il tumore del colon-retto e la sindrome dell'intestino irritabile (IBD). L'esercizio produce butirrato, che alimenta le cellule del colon, supporta la barriera dell'intestino e regola le cellule immunitarie.