Una primavera perpetua per aiutare il clima

Condividi questo articolo:

Obra Architects stimola la discussione sui cambiamenti climatici grazie a una «macchina per la correzione del clima» che crea l’ambiente giusto in cui farlo

Per aumentare la consapevolezza sui cambiamenti climatici, Obra Architects ha creato Perpetual Spring, un padiglione situato davanti al Museo Nazionale di Arte Moderna e Contemporanea di Seoul, in Corea, che è stato soprannominato «macchina per la correzione del clima».

L’installazione utilizza la tecnologia delle serre per creare condizioni meteorologiche perpetue: una primavera perenne, anche durante l’autunno e l’inverno – grazie all’energia solare generata dai pannelli fotovoltaici sul tetto del museo che alimentano il sistema di climatizzazione e i display audiovisivi informativi.

Aperto al pubblico nel cortile di questo museo molto frequentato, Perpetual Spring invita i visitatori a raccogliere e discutere idee in un ambiente che i designer sostengono incoraggiare un progressivo cambiamento sociale.

Citando rivoluzioni come «la primavera dei popoli» del 1848 e «la primavera di Praga» del 1968, i progettisti affermano che il bel tempo è un fattore che contribuisce al tipo di azione collettiva positiva necessaria per affrontare i cambiamenti climatici e ispirare una maggiore gestione ambientale.

Il padiglione in metallo è punteggiato da 150 cupole in policarbonato, ognuna del diametro di 90 centimetri, che i progettisti hanno paragonato agli occhi di un insetto. Questi «occhi» aiutano l’effetto serra e danno all’edificio un aspetto dinamico e sporgente.

Oltre al riscaldamento solare passivo, il padiglione è dotato di ventilatori di scarico automatici a energia solare, tende in fogli di alluminio e un sistema di riscaldamento a pavimento radiante a cambiamento di fase.

All’interno del padiglione durante i mesi autunnali e invernali crescerà un giardino, in modo da creare una primavera perpetua fino a che il padiglione rimarrà in mostra davanti al museo – ovvero fino al 5 aprile del 2020.

 

Questo articolo è stato letto 8 volte.

architettura, climate change, correzione clima, macchina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Ecoseven è un prodotto di Ecomedianet S.r.l. Direzione e redazione: Lungotevere dei Mellini n. 44 - 00193 Roma
Registrazione presso il Tribunale di Roma n° 482/2010 del 31/12/2010. Direttore responsabile: Cecilia Maria Ferraro redazione@ecoseven.net