Essere più buoni fa bene, e non solo a Natale. Gli altruisti vivono di più

Lo dice anche la scienza, aiutare gli altri, in famiglia e nella socità, allunga la vita

A Natale siamo tutti più buoni, o almeno dovremmo esserlo secondo la tradizione. E ci conviene essere buoni tutto l’anno: vivremo più a lungo, specie se siamo anziani.

Aiutare gli altri fa bene, lo spiega una ricerca pubblicata su 'Evolution and Human Behaviour', firmata da scienziati dell'università di Basilea (Svizzera) delle australiane Edith Cowan University e University of Western Australia, oltre che dalla della Humboldt University e del Max Planck Institute for Human Development di Berlino (Germania).

I ricercatori hanno osservato i dati di sopravvivenza di di oltre 500 persone di età compresa fra 70 e 103 anni, attingendo a informazioni raccolte dal 1990 al 2009 nell'ambito del Berlin Aging Study.

I risultati hanno confermato l’effetto positivo dell’altruismo, messo in relazione al tasso di mortalità. Ad esempio, metà dei nonni che si erano presi cura di nipoti erano ancora vivi 10 anni dopo la prima intervista (del 1990). Anche gli anziani che pur non avendo nipoti collaboravano con i figli per i lavori domestici registravano un tasso di sopravvivenza maggior. Invece i nonni meno attivi erano scomparsi prima. E l’effetto dell’attività sulla longevità non riguarda solo gli impegni domestici. Anche coloro che svolgevano attività utili agli altri anche solo a livello emotivo erano ancora vivi a 7 anni, mentre gli altri morivano in media entro 4.

L’altruismo fa bene, ma non è l’elisir di lunga vita. Gli scienziati spiegano di “non strafare”. "Aiutare gli altri non va inteso come panacea per assicurarsi una vita più lunga - ammonisce Ralph Hertwig del Max Planck Institute per lo sviluppo umano - Se un moderato livello di coinvolgimento nel 'prendersi cura' sembra avere effetti positivi sulla salute, studi precedenti hanno dimostrato che un coinvolgimento troppo intenso provoca stress e rischia di danneggiare corpo e mente"

 

 

.

ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER