Una casa troppo pulita aumenta il rischio di allergie nei bambini

Secondo uno recente studio del Johns Hopkins Children's Center di Baltimora, una casa troppo pulita aumenta il rischio di allergie ed asma nei bambini

WhatsApp Share

Avere la casa troppo pulita aumenta il rischio di allergie ed asma nei bambini. Parola del Johns Hopkins Children’s Center di Baltimora, che recentemente ha pubblicato uno studio sul Journal of Allergy and Clinical Immunology, dove si dimostra che il sistema immunitario dei bambini nel primo anno di vita, può essere ‘compromesso’ in un ambiente privo di allergeni (polvere, peli di animali, insetti, pollini etc.).

I bambini infatti, durante quell’età, non hanno ancora il sistema immunitario completamente formato, e la mancanza di alcuni ‘elementi igienici’ (senza esagerare), può indurre il loro organismo a sviluppare delle adeguate contromisure per evitare possibili allergie in futuro, tra cui l’asma. In particolare, lo studio del ‘Johns Hopkins’ ha rinvenuto un’incidenza minore di sintomatologie respiratorie in quei bambini che sono stati esposti ad ambienti della casa non perfettamente puliti.

Lo studio, ha infatti analizzato le condizioni di 467 bambini nelle zone di Baltimora, Boston, New York e St. Louis, monitorandone la salute dalle settimane immediatamente precedenti al parto fino ai primi anni d’età. È stata quindi rinvenuta una relazione diretta tra esposizione ai comuni germi e allergeni della casa con una più bassa incidenza di asma e allergie: in altre parole, più i genitori perseguono un’igiene maniacale, minori sono le possibilità che il sistema immunitario apprenda la corretta gestione di questi agenti esterni. Al contrario, è stato dimostrato che nel campione preso in esame, il 51% dei bambini con asma e problemi respiratori provengono da abitazioni maniacalmente disinfettate.

Questo ovviamente, non significa rinunciare ad avere una casa pulita: è sufficiente un livello di pulizia medio dell’abitazione, senza scadere nel ricorso compulsivo a detergenti e disinfettanti. Maggiori informazioni sullo studio sono disponibili su questo sito.

(ml)

 

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie vai alla sezione Cookie Policy