Acido folico: una risorsa contro l’ictus

Gli integratori di acido folico possono ridurre il rischio di ictus del 73% nei pazienti ipertesi

WhatsApp Share

Nelle mamme in dolce attesa una quantità adeguata di acido folico aiuta a prevenire problemi alla nascita, come la spina bifida. Anche un’altra categoria di persone, però, potrebbe essere capace di trarre grandi benefici da questo principio attivo: gli adulti con ipertensione.

Secondo uno studio pubblicato sul Journal of the American College of Cardiology, gli adulti con ipertensione che hanno assunto un integratore con acido folico ed enalapril (una molecola appartenente alla classe degli ACE inibitori) hanno avuto una riduzione del 73% del rischio di avere un primo ictus rispetto a quelli che avevano assunto solo enalapril. È una scoperta straordinaria visto che l'ictus è la seconda causa di mortalità sulla Terra.

Gli scienziati hanno raggiunto questa conclusione dopo aver analizzato più di 10.000 persone, di età compresa tra 45 e 75 anni, che avevano l’ipertensione o avevano dovuto assumere una medicina anti-ipertensiva. Chi aveva una storia di ictus o di importanti malattie cardiovascolari non è stato incluso nello studio.

Uno degli autori, il dott. Yong Huo, ha affermato: “Un conteggio basale delle piastrine, assieme ai livelli di omocisteina, può dare l’indice di rischio di un primo ictus. Pertanto, queste misurazioni possono essere utilizzate per identificare i pazienti che hanno bisogno di un trattamento preventivo. La cosa più interessante è che l'acido folico è un trattamento sicuro, economico e senza complicazioni.”

L'acido folico è una forma sintetica di vitamina B9. E’ presente in una varietà di cibi, tra cui le verdure a foglia verde come spinaci, asparagi, bietole, broccoli e cavoli. Si trova anche in noccioline, mais, funghi e latte. Alcuni alimenti sono rinforzati con acido folico, come cereali e pane, ma è sempre meglio prendere le vitamine dagli alimenti in cui ci sono naturalmente. Si dice sia fantastico anche per la stabilizzazione dell’umore e sia un alleato contro lo smog.